Medicina generale: in attesa della pronuncia in sede collegiale, ammessi anche i nostri ricorrenti delle Regioni Emilia Romagna e Piemonte

dirittosanitario
Categorie: News

Il Consiglio di Stato ha appena accolto, in via monocratica, i ricorsi dei nostri ricorrenti dell’Emilia Romagna e del Piemonte.La Riforma della graduatoria nazionale all’interno dei concorsi pubblici italiani, piaccia o non piaccia, è frutto della nostra rimessione degli atti alla Corte Costituzionale sulla legittimità delle graduatorie locali.

Seguendo gli stessi principi che hanno portato i nostri contenziosi del 2007 alla Corte Costituzionale, abbiamo censurato le graduatorie locali di medicina generale chiedendo l’ingresso sovrannumerario di tutti coloro che hanno un punteggio astrattamente idoneo al collocamento in posizione utile presso un’altra graduatoria.

Seguendo i nostri vecchi principi in tema di numero chiuso, i nostri ricorrenti del Piemonte e dell’Emilia Romagna potranno formarsi nella loro Regione.

Studio Legale Avvocato Santi Delia