Concorso specializzazioni mediche: altro passo in avanti al Consiglio di Stato

1200borse
Categorie: News

Un altro tassello è stato collocato. Il Consiglio di Stato, nella stessa composizione dell’ormai celebre udienza del 4 giugno, ha confermato la propria posizione ed ammesso gli specializzandi alla frequenza dei reparti senza borsa in seguito al nostro ricorso promosso dalla Fp Cgil Medici. Nelle precedenti camere di consiglio, tuttavia, altro Collegio, su ricorsi di altri legali ed associazioni, probabilmente per la diversa strategia adottata (ad esempio circa la questione della richiesta della borsa già in fase cautelare) e presumibilmente la diversa impostazione dei loro ricorsi, si era nuovamente limitato a ritrasmettere gli atti al TAR accogliendo l’appello esclusivamente a tali fini e, in alcuni casi, persino a rigettare.Non vi è, quindi, una posizione ancora unanime consolidata circa l’esito di questo complesso contenzioso sulle specializzazioni. Nonostante una situazione ancora in divenire (la prossima tappa al Consiglio di Stato è fissata per il 14 luglio e si andrà avanti sino a fine agosto), abbiamo chiesto al TAR (con istanze già notificate e depositate) l’immediata trattazione di tutti i nostri ricorsi.Il T.A.R. potrebbe fissare proprio tali udienze a luglio o a settembre.In questo quadro, verosimilmente, il mese di novembre (che vedrà la prima udienza finale e di merito al Consiglio di Stato) potrebbe essere quello decisivo per schiarire, definitivamente, il quadro di tutto il contenzioso.

Studio Legale Avvocato Santi Delia