Concorso specializzazioni 2014: il TAR Lazio segue il Consiglio di Stato. Si va verso l’annullamento.

1200borse
Categorie: News

Il TAR del Lazio ha emesso un decreto su molti dei nostri procedimenti che rappresentano tutte le categorie proposte. In modo particolare abbiamo richiesto immediatamente il decreto sul maxi ricorso dell’area servizi, dell’area chirurgica e tante altre categorie, dai ricorsi individuali sino agli altri gruppi di maxi.
Con tali decreti il TAR integra il contraddittorio mediante pubblicazioni on-line di parti di atti di causa. La procedura di pubblicazione per pubblici proclami è da sempre utilizzata dal TAR nel caso in cui vi siano fondati motivi di giungere all’accoglimento della causa.
Tant’è che, sino ad oggi, il TAR aveva rigettato non integrando mai il contraddittorio da sempre “integrato” nei casi in cui si è giunti all’ammissione sovrannumeraria.
Il 24 novembre si terrà un’altra importante udienza al Consiglio di Stato su coloro che sono stati ammessi senza borsa a quel punto vedremo la posizione di altri componenti del Consiglio di Stato da sempre favorevoli al sovrannumero, piuttosto che all’annullamento del concorso; a mio avviso l’annullamento non potrà non portare alla sanatoria delle posizioni pendenti, grazie anche all’appoggio della CGIL FP medici e del Coordinamento Mondo Medico.
Siamo convinti che l’epilogo, in entrambi i casi, sarà, in caso di accoglimento, l’ammissione sovrannumeraria.

Studio Legale Avvocato Santi Delia