Funzioni assistenziali dei docenti di Medicina: pur trattandosi di diritto soggettivo incomprimibile, la giurisdizione è del T.A.R.

dirittosanitario
Categorie: News

Il T.A.R. Catania ha accolto il ricorso patrocinato dall’Avvocato Santi Delia con il quale un docente di medicina aveva lamentato l’illegittimità della decisione dell’Azienda Universitaria Ospedaliera di comminare la decadenza da ogni funzione assistenziale a seguito del mutamento del proprio SSD di insegnamento. Secondo l’Azienda, in particolare, tali funzioni potevano essere negate in quanto i residuali risvolti assistenziali di tale nuovo insegnamento non rientrerebbero nel SSN e non sarebbero oggetto di specializzazione medica.

Il T.A.R. ha dapprima superato i rilievi in punto di giurisdizione ritenendo la materia rientrante nella giurisdizione esclusiva ed avendo ad oggetto il diritto soggettivo dei docenti allo svolgimento delle funzioni assistenziali, in seguito, nel merito, ha valorizzato la peculiarità della nomenclatura ministeriale dell’insegnamento che, come dedotto dalla difesa dell’Avv. Santi Delia, comprendeva risvolti assistenziali.

I principi sull’inscindibilità delle funzioni sono, ancora una volta, dopo le nostre vittorie, ribaditi con forza.

T.A.R. CATANIA, Sez. IV, 13 novembre 2015, n. 1002

Studio Legale Avvocato Santi Delia