Daily Archives: 30 Agosto 2017

dirittoscolastico

Ricorso idonei concorso 2016: i chiarimenti sulla nostra azione interregionalità

Il ricorso è volto, in primis, all’impugnazione del provvedimento finale di pubblicazione delle graduatorie della Vostra Regione nella parte in cui esclude la pubblicazione di soggetti, come voi, sotto la soglia del 10%.

Grazie a tale azione si ottiene il risultato di avere una graduatoria che contiene i Vs nomi e che, dunque, vi fa uscire dalla qualità di idonei fantasma a idonei veri e reali.

Il Vs obiettivo, tuttavia, è quello dell’assunzione e non quello di comparire nell’elenco dei soggetti idonei.

Allo stato, infatti, non esiste un obbligo per il MIUR di assumere soggetti meramente idonei se:

– prima non assume i vincitori del concorso 2016;

– dopo aver esaurito la graduatoria 2016 compreso il 10% non avesse ulteriore fabbisogno in quella Regione non chiamando né da GAE né da concorso.

Se, invece, dopo aver esaurito la graduatoria concorso 2016 il MIUR, entro il triennio e prima della pubblicazione di nuove graduatorie dal futuro concorso, continuasse ad assumere ad esempio dalle G.A.E., si attiverà la seconda parte del ricorso che prevede, appunto, l’attribuzione interregionale dei posti agli idonei.

Ad esempio nel caso in cui in Puglia i vincitori del concorso fossero stati tutti assunti e l’USR Puglia continuasse ad assumere da G.A.E., è possibile agire impugnando tali assunzioni e chiedendo l’attribuzione di tali posti in quanto idonei in altra Regione.

Tale possibilità non è nuova nel nostro ordinamento e non è una nostra invenzione. Nell’ambito del concorso 2012, infatti, con D.M. 496/16 il Miur ha proprio tutelato gli idonei in alcune Regioni assegnandoli in altre, ove non avevano concorso, e dove le graduatorie erano esaurite. Su quel caso è ancora in corso un contenzioso nel tentativo di riportare poi in Regione i soggetti che, comunque, hanno beneficiato delle assunzioni fuori Regione e in Consiglio di Stato si è già ottenuto tutela per chi, invece, aveva ricevuto un diniego all’assegnazione del posto fuori Regione.

Impossibile, invece, prevedere se in maniera sera esiste la possibilità di tutelare gli idonei a prescindere dall’esistenza di posti o dall’effettiva pubblicazione di nuove graduatorie su nuovi concorsi frattanto banditi.

Per aderire al ricorso vai alla scheda dettagliata.

Studio Legale Avvocato Santi Delia