RICORSO PER IL REINSERIMENTO IN GPS CON TITOLO ESTERO.

Categories: News
Come noto alcuni USP hanno proceduto ad escludere dalla I fascia delle GPS i docenti abilitati all’estero che non hanno ancora ottenuto il riconoscimento del titolo in Italia.

Tali esclusioni sono illegittime, in quanto poste in violazione della normativa di riferimento la quale prevede, esclusamente, che il titolo sia stato conseguito entro il 31 luglio 2021 e che, entro i termini di presentazione della domanda, sia stata presentata domanda di riconoscimento del titolo presso le competenti sedi. Del resto tale criterio è stato negli anni utilizzato anche per l’inserimento nelle G.I. nonché per la partecipazione ai concorsi.

Proporremo, pertanto, ricorso dinanzi al TAR al fine di impugnare tale illegittima esclusione e consentire ai docenti il reinserimento in graduatoria nelle more del riconoscimento del titolo estero.

Lo Studio proporrà ricorsi in maniera individuale e collettiva secondo le modalità che si roportano di seguito.

Anche al fine di non incorrere in eventuali pronunce di inammissibilità dei ricorsi per disomogeneità delle posizioni dei ricorrenti (si sta, difatti, formando un orientamento sempre più restrittivo nei confronti dei ricorsi cumulativi che, ad avviso di parte della giurisprudenza, superano il vaglio di ammissibilità solo ove via sia una identicità delle posizioni dei ricorrenti) lo scrivente Studio Legale suggerisce vivamente di aderire al ricorso individuale, nell’ambito del quale sarà possibile far leva anche su situazioni personali e peculiari, non rilevabili nel ricorso collettivo.

Il costo del ricorso collettivo è di euro 500,00 per ogni ricorrente, comprensivi di iva e c.p.a. e contributo unificato. La somma copre tutte le spese del ricorso dinanzi al TAR previste e prevedibili, sono esclusi i motivi aggiunti, (ovvero l’impugnazione di atti sopravvenuti ed oggi non conosciuti) nonché eventuali appelli cautelari o di merito, comunque eventuali e non obbligatori.

La somma rimane invariata con un minimo di 5 adesioni, in caso di numero inferiore di adesioni il costo dovrà essere concordato direttamente con lo studio.

Il ricorso individuale ha un costo di euro 1500 oltre iva e c.p.a. e spese generali (€ 2.188,68), oltre contributo unificato qualora dovuto. Il contributo unificato è una tassa dovuta al momento della iscrizione a ruolo tuttavia il ricorrente che abbia un reddito familiare inferiore ad euro  35.240,04, è esentato dal pagamento e dovrà compilare il modulo in allegato.

Si consideri che trattasi di notificazione di urgenza con reperimento di documentazione, di un controinteresato a cui notificare per legge l’atto giurisdizionale e con l’ulteriore ed immediato deposito nel periodo di sospensione feriale.

Sia il ricorso individuale che il ricorso collettivo saranno depositati tempestivamente, anche considerando l’urgenza del reinserimento prima del termine delle convocazioni.

Per ovvi motivi i ricorsi individuali saranno notificati e depositati in tempi più brevi rispetto ai ricorsi collettivi.

Per entrambe le azioni sarà propsta istanza di un provvedimento urgente.

Proprio in ragione del fatto che le convocazioni termineranno a breve, le adesioni devono pervenire entro il giorno 3 Settembre 2021.

 

Per aderire all’azione sarà necessario seguire pedissequamente le istruzioni che seguono:

  • Scaricare qui la documentazione.
  • Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna). Non sono richieste autentiche notarili.
  • Procedere al pagamento della quota di partecipazione all’azione attraverso bonifico da effettuare sulle coordinate bancarie allegate.
  • Inoltrare, tramite raccomandata a.r. all’indirizzo: Studio Legale Avv. Michele Bonetti, Via San Tommaso d’Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

– due procure in originale e sottoscritte a penna;

– copia del documento di identità e del codice fiscale;

– titolo conseguito all’estero;

– domanda di riconoscimento del titolo inoltrata al Ministero competente;

– domanda di inserimento in GPS;

– decreto di depennamento;

– solo in caso di esenzione dal pagamento del CU dovrà stampare, compilare, sottoscrivere ed inoltrare anche la relativa dichiarazione in allegato (ATTENZIONE, VALE SOLO PER IL RICORSO INDIVIDUALE);

– copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome, C.F. e la dicitura “ricorso GPS titolo estero”).

– Sulla busta deve essere apposta la dicitura “ricorso GPS titolo estero”, specificando che collettivo o individuale.

Ogni busta deve contenere una sola adesione.

  • Inoltrare a mezzo e-mail a info@avvocatomichelebonetti.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “ricorso GPS titolo estero” – ES. MARIO ROSSI, C.F., ricorso GPS titolo estero” specificando che collettivo o individuale.
  • Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) il seguente FORM online https://forms.gle/cSabw71GEdFL3WgRA (nel caso in cui non riusciate a cliccare il link Vi chiediamo di copiarlo e incollarlo nella barra di ricerca).

Si invita a prestare particolare attenzione nell’inserimento dei dati nel FORM online con l’avvertimento che le comunicazioni avverranno a mezzo e-mail all’indirizzo indicato al momento della compilazione del FORM. Per tale ragione Vi invitiamo a indicare esclusivamente indirizzi e-mail e non indirizzi pec.

Il cliente è invitato espressamente alla partecipazione alle riunioni pubbliche e on-line che saranno organizzate, nonché alla consultazione del sito internet www.avvocatomichelebonetti.it  al fine di una corretta informazione sull’azione.

Si precisa che per legge non sarà riportata nel ricorso collettivo, a pena di inammissibilità, alcuna specificazione delle posizioni individuali, trattandosi per l’appunto di un ricorso di natura collettiva che non consente la possibilità di inserire questioni individuali.

La somma versata non sarà rimborsata in caso di successive rinunce.

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso. Si precisa in tal senso che non è ammessa la sostituzione dell’originale da inviare a mezzo racc. a/r con l’invio tramite e-mail o pec.  Ai fini della proposizione del ricorso sarà necessario ed indispensabile produrre l’intera documentazione oltre che a mezzo e-mail anche e soprattutto in originale con relativa sottoscrizione in ORIGINALE. Non si ammetteranno copie, fotocopie, firme pre-configurate o firme digitali.

Non è ammesso inserire in una solo busta la documentazione di più ricorrenti.

Si declina ogni responsabilità in merito all’eventuale mancato inserimento nel ricorso qualora la documentazione non dovesse giungere entro i termini stabiliti o nel caso in cui non siano rispettate le procedure previste nella presente informativa, riservandosi, anche in ipotesi di correttezza della procedura seguita, l’accettazione dei vostri mandati che verrà comunicata esclusivamente via e-mail.

Precisiamo che solo il corretto perfezionamento delle tre procedure (1. Inoltro della documentazione di adesione al ricorso a mezzo e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it; 2. Inoltro della documentazione di adesione al ricorso in originale a mezzo raccomandata a.r. all’indirizzo Avv. Michele Bonetti via San Tommaso d’Aquino n. 47, 00136 – Roma. 3. Compilazione del form on-line. Si chiede di prestare particolare attenzione nella compilazione del form on-line precisando che qualunque errore, che sarà eventualmente successivamente riscontrato, dovuto a disattenzione nella compilazione sarà solo a Voi attribuibile) sarà ritenuto idoneo a perfezionare l’adesione al ricorso.