Tag Archives: ricorso

Tar Lazio: l’INPS ha errato a decurtare ai vincitori del concorso per 967consulenti di protezione sociale i 4 punti per il titolo Sspl

Il Tribunale Amministrativo per il Lazio, su ricorso patrocinato dagli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, ha per la prima volta accolto in sede monocratica la domanda di urgenza è imposto la rivalutazione del punteggio dei nostri ricorrenti consentendogli di proseguire l’attività lavorativa presso la sede prescelta. Come ricorderanno gli

CONCORSO TFA SOSTEGNO: ILLEGITTIMO L’ANNULLAMENTO DA PARTE DELLA COMMISSIONE DELLA PROVA SCRITTA IN CASO DI COPIATURA SUBITA DAL CANDIDATO

Il Presidente del Tar Catania, su ricorso patrocinato dagli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti ha accolto il ricorso di una candidata esclusa dalle prove scritte del concorso TFA (Tirocinio Formativo Attivo) per il sostegno svolto presso l’Università degli Studi di Messina. Secondo la Commissione, difatti, il compito della ricorrente

Medici di assistenza primaria: l’Assessorato della Salute sospende l’ attribuzione degli incarichi di assistenza primaria per la Sicilia in attesa della decisione sul nostro ricorso

L’Assessorato alla Salute, preso atto del ricorso al TAR notificato dall’Avvocato Santi Delia e fissato dal T.A.R. per il mese di settembre, ha sospeso la procedura di assegnazione degli incarichi di assistenza primaria per l’anno 2019 nella regione Sicilia. In particolare, tale procedura bandiva le zone carenti dislocate nella regione

TRIBUNALE: È CAUSATO DAL SERVIZIO IL TUMORE CONTRATTO IN SALA OPERATORIA. L’ORTOPEDIA DEL POLICLINICO DI MESSINA ERA GIÀ A RISCHIO RADIOLOGICO BEN PRIMA DEL 2016. INAIL DOVRÀ PAGARE INDENNITÀ E RISARCIMENTO.

  Aperto il vaso di pandora nel reparto di ortopedia e traumatologia del Policlinico di Messina, condannato l’Inail a riconoscere la malattia professionale ad un dirigente medico. E’ quanto stabilito dal Tribunale del lavoro di Messina in un giudizio patrocinato dall’Avvocato Santi Delia proposto in difesa di un dirigente medico

Inps 967 posti: il Consiglio di Stato sospende la graduatoria. Illegittimo non consentire ai nostri ricorrenti vincitori di scegliere la sede.

Altra importantissima vittoria ottenuta sul concorso I.N.P.S. che dovrà dare le sedi di lavoro richieste ai nostri ricorrenti. Il Consiglio di Stato, con decreto n. 3256/2019, pubblicato il 26.06.2019, ha sospeso l’esecutorietà degli atti adottati dall’I.N.P.S. dopo la pubblicazione dell’ordinanza n. 1307/2019 e riguardanti il trattamento in graduatoria della appellante,