IL CDS SI ESPRIME ANCORA UNA VOLTA SUL DIRITTO DEI DIPLOMATI MAGISTRALI AD ESSERE INSERITI NELLE GAE ED ACCOGLIE IL RICORSO IN APPELLO

dirittoscolastico
Categorie: News

Il Consiglio di Stato, ancora una volta, ribalta la sentenza del TAR del Lazio che aveva negato l’ammissione in GAE a decine di ricorrenti in possesso di diploma di maturità magistrale conseguito entro l’anno 2001/2002.

L’accoglimento è arrivato nella giornata di oggi con decreto cautelare d’urgenza nel quale si precisa che gli insegnanti potranno anche stipulare contratti a tempo determinato e indeterminato.

Un’importante vittoria che giunge alle porte delle nomine e delle immissioni in ruolo da parte degli Uffici che dovranno provvedere, data la natura urgente intrinseca nel provvedimento reso, all’immediato inserimento in GAE e nella I fascia delle GI di tutti i ricorrenti.

È ormai evidente il totale fallimento dei piani ministeriali; – commentano gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia che hanno patrocinato il ricorso – duole che, dopo anni e anni di una campagna legale accompagnata da plurimi provvedimenti positivi cautelari e di merito, non vi sia stata ancora una proposta politica per risolvere la vicenda e ciò neanche dopo l’intervenuta pronuncia della Plenaria in fase cautelare. Qualcosa ci dice che, qualora e se fossero accolte le nostre tesi in sede di Plenaria di merito, vi sarà la corsa a intestarsi questa battaglia”.

La pronuncia del G.A., che ha fissato l’udienza camerale per la conferma del decreto al giorno 21 settembre 2017, costituisce un ulteriore precedente giurisprudenziale a supporto anche delle nuove azioni che lo studio legale sta avviando.

Per tutte le informazioni sui ricorsi proposti consulta il seguiente link http://www.avvocatosantidelia.it/2014-04-04-18-14-41/diritto-scolastico/128-menu/1229-inserimento-in-gae.html.

Studio Legale Avvocato Santi Delia