Ricorsi elettorali. Esclusione lista.

Categorie: News

Procedimento Elettorale. Il T.A.R. Catania mostra di aderire all’orientamento espresso dall’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, 24 novembre 2005, n. 10, affermando che nel procedimento elettorale l’unico atto che ha valore provvedimentale e, come tale, è impugnabile è quello che provvede alla proclamazione degli eletti, con il quale si determina definitivamente la lesione dei soggetti interessati (Sez. II, decreto 13 maggio 2010, n. 591, est. Salamone; contra T.A.R. Calabria Reggio Calabria, 22 novembre 2007, n. 1171, pres. Passanisi, rel. Criscenti).

Fattispecie riguardante l’esclusione della lista della DC dalle consultazioni amministrative del 30-31 maggio del Comune di Milazzo (Me) per presunta confondibilità del contrassegno con quello dell’Unione dei Democratici Cristiani (UDC).

Clicca qui per scaricare il decreto del T.A.R. Catania.

Clicca qui per scaricare la decisione dell’Adunanza Plenaria.

Clicca qui per scaricare la sentenza del T.A.R. Calabria Reggio Calabria.

 

Studio Legale Avvocato Santi Delia