Primo passo verso l’attivazione degli scorrimenti a Medicina.

Categories: News

Primo passo verso l’attivazione degli scorrimenti a Medicina.

L’Ateneo, dopo due mesi dal Consiglio di Facoltà che aveva autorizzato il passaggio al II anno di un nostro ricorrente, accoglie le nostre numerose diffide e, sulla base della pacifica giursprudenza del T.A.R. e del C.G.A. che nel corso degli ultimi anni ci ha sempre dato ragione sul punto, attiva lo scorrimento del posto rimasto vacante.

L’ultimo candidato ammesso, quindi, non sarà più quello collocato alla posizione n. 244 ma la graduatoria di Medicina e, certamente, anche quella di odontoiatria, continuerà a scorrere.

Nell’attesa che il M.I.U.R., sulla base dell’ordine del T.A.R. Lazio in accoglimento al nostro ricorso, consenta all’Ateneo di aumentare la propria offerta di 22 posti, l’Ateneo non ha ancora provveduto ad ottemperare allo scorrimento della graduatoria unica dei 23 posti residui inizialmente riservati ai cittadini extracomunitari. E ciò nonostante l’ordine sia arrivato dal Consiglio di Stato prima e dal T.A.R. Catania poi sin dal 14 febbraio 2012.

Per questo abbiamo chiesto al CONSIGLIO DI STATO di COMMISSARIARE l’Università di Messina che, da più di 75 giorni, omette di seguire l’ordine dell’Autorità Giudiziaria (peraltro il massimo organo di giustizia amministrativa) e nega il diritto allo studio a decine di studenti.

La decisione del Consiglio di Stato è attesa nel mese di maggio.

Vai allo scorrimento