Daily Archives: 11 Luglio 2013

DEPENNATI E CONGELATI SISSIS: PARTONO I RICORSI AVVERSO IL DM DI RIAPERTURA DELLE GAE CHE NON CONSENTE A TALI INSEGNANTI DI POTERSI REINSERIRE

 

Il D.M. n. 572/13 consente il solo aggiornamento delle GAE.

Ancora una volta non si consente ai DEPENNATI ed ai CONGELATI SISSIS che avevano omesso di inserirsi in G.A.E. nel 2009 ma che ora hanno ottenuto l’abilitazione a mezzo del T.F.A. di poter inserirsi e/o reinserisi in G.A.E.

Secondo noi si tratta di docenti discriminati perché, pur avendo gli stessi titoli e gli stessi requisiti dei colleghi già presenti nelle Gae, sono esclusi per mancato aggiornamento d’iscrizione, dopo la chiusura delle graduatorie con la Legge 27 dicembre 2006 n.296 o per aver dimenticato di iscriversi nel 2009 quali congelati SISSIS.

Di fatto è impedito, a docenti in possesso di titoli e di merito, di avere l’opportunità di lavorare nella scuola per gli ostacoli burocratici frapposti dal MIUR.

Abbiamo già vinto su questo tema ed ora rinnoveremo la richiesta al T.A.R. Lazio.

Aderisci all’azione chiedici la documentazione per aderire al seguente indirizzo santi.delia@avvocatosantidelia.it

Scarica qui il modulo di adesione e invialo a santi.delia@avvocatosantidelia.it

 

Concorsone: altro accoglimento del T.A.R. Lazio sono illegittime le diverse griglie di valutazione regionali

 

Concorso docenti, docente ammessa alla prova orale con istanza cautelare denuncia disparità derivante da griglie di valutazione differenti fra le regioni

Il Tar Lazio ha accolto il ricorso degli Avvocati Delia e Bonetti ed ammesso la nostra ricorrente a sostenere la prova orale che non aveva superato la prova scritta del concorso (risultato 19/40). La difesa era basata sulla disparità di trattamento che può derivare dall’utilizzo di griglie differenti da parte delle Commissioni giudicatrici delle varie regioni.

La ricorrente, avendo ottenuto un punteggio di 19/40, non raggiungeva la soglia minima di 28/40 prevista per l’ammissione alla prova orale, ed era quindi stata esclusa.

Soddisfazione è stata espressa anche da ADIDA. “L’utilizzo di griglie differenti da parte delle Commissioni giudicatrici delle varie regioni, sebbene prevista dal Ministero – afferma l’Associazione Adida – comporta che la stessa prova scritta possa ottenere punteggi anche notevolmente diversi se corretta da una Commissione piuttosto che da un’altra, dando luogo ad una evidente disparità di trattamento.

La docente ha dunque presentato ricorso al Tar del Lazio, evidenziando tali irregolarità nelle correzioni, ed il Giudice Amministrativo, ritenendo il provvedimento impugnato “suscettivo di determinare una situazione di grave e irreparabile pregiudizio nella sfera giuridica della ricorrente”, ha accolto la domanda cautelare e ammesso la docente a partecipare alle prove orali“.

Un’altra vittoria degli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti

Vai alla notizia

Aderisci all’azione chiedici la documentazione per aderire al seguente indirizzo santi.delia@avvocatosantidelia.it

Scarica qui il modulo di adesione e invialo a santi.delia@avvocatosantidelia.it

 

 

Studio Legale Avvocato Santi Delia