Ancora una vittoria al Consiglio di Stato sulla violazione dell’anonimato