Tfa sostegno: salta la soglia di 21 punti. Tar Lazio ordina di rivedere la soglia stante la diversa difficoltà dei test.

dirittoscolastico
Categorie: News

Il Presidente del Tar Lazio, per la prima volta sulla materia dell’accesso ai corsi di specializzazione sul sostegno, ha accolto il ricorso degli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti ordinando all’Amministrazione ‘di valutare responsabilmente, in tempi brevi, l’opportunità di disporre o meno lo scorrimento delle graduatorie di merito formate dai singoli Atenei, fino a raggiungere un numero di ammessi almeno pari alla quantità di posti disponibili, anche al fine di contenere i costi di eventuali prove suppletive, da effettuare in esito ai ricorsi giurisdizionali proposti, ove ritenuti meritevoli di accoglimento’.
Gli Avvocati Bonetti eDelia, al fianco di Adida e Lvg, plaudono ad un provvedimento equilibrato e auspicano un intervento responsabile di Miur e Atenei: “e’ l’ora di dire basta a test, crocette e soglie. Pensare che un insegnate abilitata da 10 anni non possa frequentare un corso di specializzazione sul sostegno che l’aiuta a gestire in classe i suoi alunni con più difficoltà nell’apprendimento perché ottiene un voto ad un test sotto i 21/30 e’ barbaro e immorale e mette a nudo la fallacia dell’intero sistema. Se non supera la prima delle prove preselettive una docente che Miur e ateneo hanno formato abilitato e messo in ruolo e’ la politica che deve farsi domande dandosi serie risposte“.

Studio Legale Avvocato Santi Delia