All posts by Avvocato Santi Delia

ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE: ANCHE IL 5 A ZERO E’ CONTESTABILE. LA NOSTRA VITTORIA AL T.A.R. LAZIO.

Lo studio Bonetti – Delia centra un’altra vittoria sull’Abilitazione scientifica nazionale e, questa volta, per la prima volta dal cambio di Sezione che decide sul tema (dalla Terza alla Terza bis), su un aspetto non ancora approfondito dalla giurisprudenza. Il caso riguardava una valutazione negativa unanime da parte di 5 membri.

Il T.A.R., comprendendo la peculiarità della fattispecie e gli specifici motivi spiegati, ha accolto le nostre teorie ordinando la rivalutazione del candidato e condannando il Ministero alle spese processuali.

Continue reading ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE: ANCHE IL 5 A ZERO E’ CONTESTABILE. LA NOSTRA VITTORIA AL T.A.R. LAZIO.

DIRIGENTI SCOLASTICI, CORSO – CONCORSO PER TITOLI ED ESAMI 2019: APERTE LE ADESIONI AL RICORSO STRAORDINARIO AL PDR PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROVA ORALE

A seguito delle molteplici segnalazioni pervenute al nostro studio in merito alle irregolarità ed illegittimità riscontrate dopo la pubblicazione dell’elenco degli ammessi alla prova orale del Concorso per il reclutamento di Dirigenti Scolastici e degli elaborati sul portale di istanze online, promuoviamo un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica avverso il mancato superamento della prova scritta ai fini dell’accesso alla successiva prova orale.

Abbiamo già notificato il ricorso al TAR per questo concorso in diverse modalità, collettive e individuali, proseguendo sulla scia delle numerose vittorie già ottenute in sede cautelare innanzi al Giudice Amministrativo relativamente al concorso per i Dirigenti Scolastici 2011.

Continue reading DIRIGENTI SCOLASTICI, CORSO – CONCORSO PER TITOLI ED ESAMI 2019: APERTE LE ADESIONI AL RICORSO STRAORDINARIO AL PDR PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROVA ORALE

BANDO REGIONALE SICILIA “RG. UE 1305/13 – PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 – 2020” APERTE LE ADESIONI AL RICORSO STRAORDINARIO

A seguito della pubblicazione dell’elenco definitivo dei soggetti aggiudicatari della assegnazione dei finanziamenti europei relativi al bando pubblico “RG.UE  1305/13 – PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 – 2020”, e recante le disposizioni concernenti la MISURA 10 “Pagamenti agro-climatico-ambientali”, la Sottomisura 10.1 “Pagamento per impegni agro-climatico-ambientali” ed in particolare l’Operazione 10.1.c “Conversione e mantenimento dei seminativi in pascoli permanenti” della Regione Siciliana, molti candidati non inseriti nello stesso elenco hanno riscontrato irregolarità.

La finalità del bando riguardava la salvaguardia delle risorse: acqua, suolo, aria e biodiversità attraverso l’adozione di specifiche ed idonee pratiche agricole e tecniche di gestione aziendale, programmate secondo le criticità e vulnerabilità del territorio regionale. In particolare, la misura aveva ad oggetto la “Conversione e mantenimento dei seminativi in pascoli permanenti”, a cui sarebbe conseguita la compensazione di quanto anticipato dai concorrenti alla procedura per detta conversione, grazie alla predisposizione dei finanziamenti europei a tal fine.

Abbiamo raccolto diverse segnalazioni da parte dei concorrenti circa errori riscontrati in molteplici fasi della procedura regionale e, per tale ragione, abbiamo già promosso un primo ricorso al T.A.R. Palermo avverso il pregiudizio apportato alla posizione dei concorrenti della procedura, da parte della Regione Siciliana.

Continue reading BANDO REGIONALE SICILIA “RG. UE 1305/13 – PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 – 2020” APERTE LE ADESIONI AL RICORSO STRAORDINARIO

ILLEGITTIMO LO SVOLGIMENTO NELLO STESSO GIORNO DEI TEST DI AMMISSIONE A PIÙ CORSI DI LAUREA SE LE GRADUATORIE NON SEGUONO IL PUNTEGGIO. IL TAR PALERMO ORDINA L’IMMATRICOLAZIONE IN SOVRANNUMERO DI UNA CANDIDATA.

Su ricorso degli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, il TAR Palermo, con una interpretazione normativa tesa a valorizzare al massimo il criterio meritocratico, ha ammesso in sovrannumero una candidata non collocatasi in posizione utile nelle graduatorie per l’accesso ai Corsi di Laurea in Professioni Sanitarie, per i quali erano stati banditi più di 400 posti.

Lo Studio è riuscito a dimostrare l’irragionevolezza dei criteri medianti i quali vengono stilate le graduatorie per l’ammissione ai Corsi di Laurea a numero programmato, posto che, secondo le disposizioni del Bando, il punteggio ottenuto da ogni candidato, all’esito della prova selettiva, è determinante soltanto ai fini della formazione della graduatoria relativa al Corso di Laurea per il quale si è espressa la prima preferenza.

Rispetto ai Corsi di Laurea per i quali è stata espressa una preferenza diversa dalla prima, infatti, ai fini della formazione della graduatoria, il criterio del punteggio viene sostituito dal diverso criterio dell’ordine delle opzioni manifestate dal candidato, e ciò in spregio ai principi costituzionali di uguaglianza e di buon andamento dell’Amministrazione pubblica (artt. 3 e 97 Cost.).

I legali, inoltre, sono riusciti a convincere i Giudici amministrativi che lo svolgimento nello stesso giorno di un’unica prova per l’accesso a tutti i Corsi di Laurea in professioni sanitarie importa una perdita di chances, posto che ad ogni candidato dovrebbero essere concesse tante possibilità di concorrere quanti sono i Corsi di Laurea per i quali ha chiesto di partecipare alle relative prove di selezione.

Si tratta di un’importante e rivoluzionaria decisione, i cui principi, potenzialmente applicabili ad altri casi analoghi, confermano la correttezza delle tecniche interpretative che, da anni, gli Avv.ti Delia e Bonetti impiegano al fine di ricondurre le disposizioni dei Bandi di concorso e degli atti normativi secondari all’alveo dei principi di rango costituzionale, con l’obiettivo di ottenere la massima tutela del diritto costituzionale all’accesso ai più alti gradi dell’istruzione.

ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE: ANCORA UN ACCOGLIMENTO SUL TEMA RIGUARDANTE I GIUDIZI ILLEGITTIMI DELLE COMMISSIONI GIUDICATRICI

ll Tribunale Amministrativo per il Lazio, con sentenza del 5 maggio 2019, ha accolto le censure degli Avv. Santi Delia e Michele Bonetti, consolidando i nostri precedenti favorevoli circa le illegittimità dei giudizi negativi delle Commissioni giudicatrici per l’Abilitazione Scientifica Nazionale.

L’azione proposta chiedeva di annullare il giudizio di non idoneità al conseguimento dell’abilitazione scientifica nazionale a professore di prima fascia espresso nei confronti del ricorrente, dalla commissione giudicatrice per il settore concorsuale 13/D4.

Continue reading ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE: ANCORA UN ACCOGLIMENTO SUL TEMA RIGUARDANTE I GIUDIZI ILLEGITTIMI DELLE COMMISSIONI GIUDICATRICI

Abilitazione scientifica nazionale: il TAR del Lazio accoglie il ricorso degli Avv.ti Delia e Bonetti disponendo la rivalutazione del ricorrente da parte di altra Commissione

Il TAR del Lazio si è recentemente pronunciato disponendo la rivalutazione di un candidato che aveva presentato domanda per l’abilitazione scientifica nazionale allegando numerose pubblicazioni scientifiche ed un profilo scientifico di elevata qualità.

La Commissione designata è stata censurata dal Giudice Amministrativo per aver reso una motivazione carente e contraddittoria in merito alla decisione di rigettare la domanda di abilitazione per la II fascia nell’ambito del concorso di cui al bando n. 1532/2016. Continue reading Abilitazione scientifica nazionale: il TAR del Lazio accoglie il ricorso degli Avv.ti Delia e Bonetti disponendo la rivalutazione del ricorrente da parte di altra Commissione

BONETTI & DELIA VINCONO ALL’ANAC SULLA VICENDA DEI SERVIZI IDENTICI NELLE GARE DI FORNITURA

Gli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, founders dell’omonimo Studio Legale, hanno ottenuto l’archiviazione del procedimento amministrativo-sanzionatorio avviato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione nei confronti di Metalplex S.p.a.

La procedura sanzionatoria, originata a seguito di segnalazione da parte della stazione appaltante Provincia autonoma di Trento, mirava a far chiarezza sulla presunta mancata osservanza delle regole che sovrintendono alle procedure di aggiudicazione e nella specie sulla annosa questione relativa alla distinzione tra servizi identici ed analoghi in materia di forniture arredi.

Continue reading BONETTI & DELIA VINCONO ALL’ANAC SULLA VICENDA DEI SERVIZI IDENTICI NELLE GARE DI FORNITURA

dirittoscolastico

SUPPLENTI E PRECARIATO: CORTE D’APPELLO ROMA CONDANNA MIUR A RICOSTRUZIONE CARRIERA E 12 MENSILITA’

La Corte d’Appello di Roma, con sentenza resa in data 13-05-2019, ha rigettato l’appello proposto dal MIUR avverso la sentenza del Tribunale del Lavoro, che, in accoglimento del ricorso proposto dagli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, riconoscendo la illegittimità della condotta della Amministrazione scolastica, che aveva conferito supplenze con plurimi contratti a termine eccedenti il termine complessivo di 36 mesi, aveva accordato un risarcimento del danno quantificadolo in 12 mensilità parametrati all’ultima retribuzione globale di fatto percepita.

Continue reading SUPPLENTI E PRECARIATO: CORTE D’APPELLO ROMA CONDANNA MIUR A RICOSTRUZIONE CARRIERA E 12 MENSILITA’

Specializzazioni mediche: svolta epocale al T.A.R. Lazio. La carenza cronica di medici impone l’immediato scorrimento.

 Il TAR Lazio ha accolto i primi ricorsi sulle specializzazioni mediche proposti dagli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, ordinando al Ministero di procedere allo scorrimento sui posti vacanti. I primi dati ci dicono che sono oltre 500 i posti rimasti vacanti e che, solo chi ha agito giudizialmente, può aspirare ad ottenere.  Continue reading Specializzazioni mediche: svolta epocale al T.A.R. Lazio. La carenza cronica di medici impone l’immediato scorrimento.

Il Tar del Lazio ha disposto la partecipazione alle prove scritte per il TFA sostegno dei nostri ricorrenti: ecco come, siamo riusciti a cambiare la storia di questo concorso negli ultimi 3 anni.

Il “vecchio” Decreto Ministeriale che regolava l’accesso al T.F.A. sostegno preveda l’esistenza di 2 prove scritte con soglia pari a 21/30 e di una prova orale con soglia di 15. Perché, con il D.M. 92/19, questa soglia è venuta meno? Si è trattato di una gentile concessione del Ministero?

Niente affatto.

La clausola, difatti, è stata introdotta grazie alla nostra vittoria sull’ampio precedente contenzioso da noi proposto. Grazie alla sentenza del T.A.R. Lazio n. 8815/17, infatti, si chiariva che “nella logica della selezione preliminare in questione, dunque, l’ammissione di un numero di ricorrenti inferiore, rispetto a quello dei posti disponibili, è sintomo di un’anomalia, che avrebbe dovuto suggerire interventi correttivi”.

L’eliminazione della soglia, dunque, ha eliminato tale anomalia, lasciandone in piedi, tuttavia, altre che, paradossalmente, hanno aggravato l’illegittimità che i concorrenti possono subire. E’ rimasta in piedi, difatti, la soglia “pari al doppio dei posti dei posti disponibili” ragion per cui è accaduto che se, nel sistema precedenti, solo i soggetti con il minimo di 21 venivano ammessi (lasciando spesso posti vacanti), oggi, tali posti vacanti sono più rari ma troviamo candidati ammessi a Milano o Urbino con zero punti ed altri esclusi con 25.

Un’abnormità.

Seppur, dunque, grazie ai nostri contenziosi, il Ministero ha introdotto la clausola volta a consentire l’ammissione degli idonei presso altri Atenei (art. 4, comma 5), non ha superato le criticità e disparità di cui sopra ed anzi, in taluni casi, le ha aggravate. Continue reading Il Tar del Lazio ha disposto la partecipazione alle prove scritte per il TFA sostegno dei nostri ricorrenti: ecco come, siamo riusciti a cambiare la storia di questo concorso negli ultimi 3 anni.

Studio Legale Avvocato Santi Delia