Professioni sanitarie: partono i ricorsi collettivi su Salerno, Napoli Federico II, Sassari, Piemonte Orientale, Messina e Genova

Categorie: News

Le prove di accesso per le professioni sanitarie su disposizione del MIUR sono gestite dalle singole Università.
Fino all’anno passato alcuni Atenei affidavano a ditte private l’appalto per l’elaborazione dei quesiti.
Con soli 2 o 3 euro a candidato queste ditte fornivano test ciclostile presi da banche dati obsolete ed i test somministrati erano privi di alcuna validazione stabilita
dai protocolli internazionali. Contestavamo che, così facendo, la singola ditta privata, con quelle 2 o 3 euro poteva decidere la sorte di migliaia di studenti.
In quelle batterie di test si trovavano domande su Vasco Rossi, sul Grande Fratello o la famosa “grattachecca”.
Grazie ai ricorsi degli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti alcuni Atenei (Salerno, Napoli Federico II, Sassari, Piemonte Orientale, Messina e Genova) hanno compreso l’errore ed affidato la gestione del test ad un soggetto pubblico come il CINECA che, quanto meno dovrebbe garantire l’imparzialità tipica di un soggetto non partecipato da privati.
Risolto un problema, se ne ripresenta un altro. Addirittura più grande.
Nonostante i noti accoglimenti sulla gestione della prova a Medicina dovuti alla presenza del codice numerico sotto quello a barre, il CINECA ha stampato anche il materiale fornito a tali Atenei con tale numero ivi impresso.
Sapendo di aver già perso a giugno e luglio 2014, Atenei e Cineca hanno consentito svolgersi la prova con tali illegittime modalità.
Inoltre, in alcuni di questi Atenei, è stato utilizzato un metodo che non consente di avere certezza sulla paternità del compito.
Il meccanismo usato, infatti, consentiva a chiunque di svolgere il compito per un altro candidato senza che, proprio applicando il regolamento, nessuno potesse accorgersene.
Per questi motivi gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, per queste sedi (Salerno, Napoli Federico II, Sassari, Piemonte Orientale, Messina e Genova) proporranno ricorsi collettivi volti a far ammettere tutti i ricorrenti in ragione delle gravi violazioni riscontrate.
Per aderire santi.delia@avvocatosantidelia.it –  info@avvocatomichelebonetti.it

Vai alla rassegna stampa

Studenti.it

Studio Legale Avvocato Santi Delia