Daily Archives: 22 Dicembre 2015

dirittosanitario

Scuole di specializzazione in medicina: il T.A.R. Lazio assegna i posti liberi ai ricorrenti

In caso di posto vacante in graduatoria il ricorrente per l’ammissione alle scuole di specializzazione di medicina per l’anno accademico 2014 -2015 può entrare con riserva e con la retribuzione della borsa. Con l’affermazione di questo principio, dopo le vittorie in sede di merito innanzi al Consiglio di Stato con le sentenze del 22 settembre 2015 con riferimento al concorso dell’anno passato, il TAR del Lazio Sez. lll bis con l’Ordinanza n. 5518/2015 del 10/12/2015 per la prima volta ha accolto un ricorso per l’accesso alle scuole delle specializzazioni mediche.
Questa prima apertura da parte del TAR Lazio dopo un anno di battaglia” ha dichiarato Massimo Cozza, segretario nazionale Fp Cgil Medici ”riconoscendo il pieno diritto alla borsa di studio senza decurtazioni e differimenti, ci lascia ben sperare prima della sentenza sui maxi ricorsi dello scorso anno per le irregolarità nel concorso per le Scuole di specializzazione in Medicina”.
Per gli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia patrocinatori dei ricorsi promossi dalla Fp Cgil Medici “nonostante la peculiarità del caso, si tratta di un grande passo in avanti contro tendenza rispetto alle ammissioni sovrannumerarie, senza borsa in attesa delle decisioni sul merito, ottenute fino ad oggi“.

 

Rassegna stampa

Quotidiano sanità

dirittoallostudio

Numero chiuso: aggiornamenti sui ricorsi al TAR discussi in questi giorni

Nei giorni scorsi si sono tenute le udienze di alcuni dei nostri ricorsi, patrocinati dagli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti. Il T.A.R. ha accolto i nostri ricorsi per l’ammissione ai corsi di laurea diversi da Medicina come Scienze della Formazione, Psicologia, etc.. rinviando alle successive udienze per approfondimenti quelli su medicina.
Le udienze saranno calendarizzate dal TAR ed in linea generale saranno fissate per le date del 28 gennaio, 11 febbraio e 25 febbraio.

Di seguito la nota congiunta con il collega Bonetti che pubblichiamo, con l’obiettivo di fare chiarezza su quanto sta accadendo.

“Carissimi,

con la presente vi rappresento lo stato dell’arte sui ricorsi, in modo particolare per quelli relativi all’art. 1 della legge 264/1999, ovvero medicina, veterinaria e professioni sanitarie, sebbene questi ultimi due corsi di laurea abbiano delle peculiarità ulteriori.

Alla scorsa Camera di Consiglio su ricorsi non nostri ci sono state delle pronunce negative e che comunque non ammettono in sovrannumero; ripeto, trattasi di ricorsi da noi non patrocinati, ma che lasciano trapelare un primo indirizzo sul macro vizio generale dell’anonimato, rispetto al quale avevo già espresso alcune perplessità. Trattasi di una Camera di Consiglio transitoria, in cui non era presente il Presidente del TAR uscente che a breve sarà sostituito definitivamente da un altro Presidente che ovviamente vorrà, potrà e dovrà dire la sua su tale questione .

Ovviamente da tale indirizzo restano esclusi i vizi sulle domande, il vizio sulle due domande annullate per veterinaria e il vizio sulla graduatoria unica di professioni sanitarie, valevole per ogni soggetto che ha un punteggio pari o superiore all’ultimo degli ammessi in qualsiasi altra parte d’Italia.

Continue reading Numero chiuso: aggiornamenti sui ricorsi al TAR discussi in questi giorni

Studio Legale Avvocato Santi Delia