Daily Archives: 23 Febbraio 2016

dirittoscolastico

Diploma magistrale: per la prima volta si pronuncia una Corte d’Appello in Italia: rigettato l’appello del MIUR.

La Corte d’Appello di Firenze ha rigettato, in sede cautelare, il primo appello del MIUR sui diplomati magistrale in G.A.E. e confermato la sentenza di accoglimento ottenuta innanzi al Tribunale dagli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti.

I giudizi dinanzi ai Tribunali del Lavoro, come è noto, sono stati svolti in due fasi: una cautelare d’urgenza e una finale di merito. Il Tribunale di Siena, dopo aver rigettato in sede cautelare il nostro ricorso, in sede di merito, aveva mutato pensiero e li aveva accolti.

Quella di Siena, pertanto, fu tra le prime sentenze definitive di primo grado ad essere emesse.

Il MIUR, avverso questa decisione, agì innanzi alla Corte d’Appello di Firenze che, per prima in Italia quale Giudice d’appello, si è pronunciata in data 23 febbraio su questo enorme contenzioso.

La Corte d’appello ha disatteso la richiesta di sospensione immediata del MIUR chiarendo che, a differenza di quanto prospettato dall’Avvocatura dello Stato di Firenze, “la presumibile fondatezza dell’appello non è immediatamente apprezzabile da questa Corte che, nel merito, non si è ancora mai pronunciata“.

Si tratta, commentano gli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, “di un’importantissima decisione in quanto segna la strada per le altri Corti d’Appello d’Italia sin dalla fase cautelare consentendo che i nostri insegnanti continuino a lavorare sulla base degli incarichi che gli spettano grazie al punteggio maturato dopo anni di fatiche da precari”.

Ma come andò il processo di primo grado?

Continue reading Diploma magistrale: per la prima volta si pronuncia una Corte d’Appello in Italia: rigettato l’appello del MIUR.

dirittoscolastico

Diplomati magistrale in GAE: la Plenaria è il 27 aprile.

Il 27 aprile l’Adunanza Plenaria deciderà le sorti di 55.000 docenti in possesso del diploma magistrale. Si tutti e 55.000 compresi quelli con sentenza definitiva passata in giudicato quanto meno stante alle più innovative teorie sull’uso del mezzo di revocazione. Ecco perchè interverremo in giudizio, come già accaduto nel caso del primo giudizio di merito, dopo che per primi siamo riusciti a far dichiarare il valore abilitante del titolo nel 2013 e, per primi, abbiamo ottenuto l’ammissione cautelare ma con conferimento anche dei ruoli per i 3000 diplomati magistrale.

Ma perchè, dopo decine di accoglimenti cautelari e di merito, è arrivata l’ordinanza di rimessione. E perchè, nonostante dopo tale ordinanza, tutti i Collegi hanno continuato ad accogliere?

Tutta colpa de “La Buona Scuola”. Il revirement di alcuni Consiglieri della Sesta sezione del Consiglio di Stato sulla vicenda dei diplomati magistrale ante 2001/2002, sembra trovare ragione nel fatto che il reclutamento di docenti in possesso di un titolo così “datato” e privi di esperienza di servizio, non paia ammissibile. E’ proprio il piano di assunzioni straordinario, difatti, che mirando a svuotare le GAE ha reso sempre più preziosa la presenza dei docenti all’interno delle stesse ed assai ambita la propria permanenza. Non può dimenticarsi, infatti, che in moltissime Regioni, soprattutto del Sud, la permanenza in GAE non aveva, per un decennio, consentito alcun conferimento di incarico neanche di supplenza, men che meno di ruolo. Ed è proprio sull’aspetto del servizio, difatti, che la Sezione si sofferma ritenendo che “l’inserimento in una graduatoria, destinata a consentire per mero scorrimento lo stabile ingresso nel ruolo docente, non dovrebbe prescindere da una adeguata ricognizione dell’esperienza maturata dagli interessati, di cui nel caso di specie non sono noti né l’attuale iscrizione nelle graduatorie di istituto, né l’eventuale, ulteriore percorso formativo seguito dopo il conseguimento (in anni risalenti nel tempo) del diploma abilitante“.

Non si comprende“, scrive il Consiglio di Stato, “perché il possesso di titolo abilitante – così definito espressamente ex lege e non frutto di interpretazione giurisprudenziale – sia stato fatto valere a tanti anni di distanza dal relativo conseguimento, senza che si faccia alcun richiamo ai pregressi titoli di servizio“.

Continue reading Diplomati magistrale in GAE: la Plenaria è il 27 aprile.

Studio Legale Avvocato Santi Delia