Ammissione in GAE a pettine e revoca dei ruoli: la fondamentale svolta al CDS a tutela di tutti i nostri ricorrenti

dirittoscolastico
Categories: News

La revoca dei ruoli per i nostri ricorrenti è illegittima. Il Consiglio di Stato con ordinanza n. 4191/2016 ha definitivamente chiarito in sede di ottemperanza che i ricorrenti inseriti con riserva nelle GAE, e che hanno ottenuto il ruolo (contratto a tempo indeterminato nelle P.A.), non possono subire la revoca da parte di altri ricorrenti che hanno inoltrato azioni successive.

Ciò è stato chiarito nel ricorso n. 1089/2014 (il cosiddetto ricorso dei 3000 diplomati magistrali nelle GAE che ha aperto le fila e che ha poi portato alla Plenaria cautelare vittoriosa) patrocinato dagli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti ed Umberto Cantelli e con l’intervento dell’Avvocato Raffaele Soddu.

Viene confermata, pertanto, l’interpretazione da noi fornita e chiarita anche dal Commissario ad acta.

In poche e semplici parole se il ricorrente ha passato il periodo di prova, o dopo un considerevole periodo di tempo dall’inizio del contratto a tempo indeterminato, in attesa dell’Adunanza Plenaria, non è corretto revocare il c.d. “ruolo”. Diversamente argomentando, se vi sono due provvedimenti coevi a distanza di poco tempo è opportuno che l’Amministrazione riveda le proprie posizioni sulla base dei punteggi dei ricorrenti che concorrono sui posti disponibili.

A questo punto tutti coloro che hanno subito la revoca dei ruoli sono pregati di contattarci via email al seguente indirizzo santi.delia@avvocatosantidelia.it