Daily Archives: 22 Marzo 2017

dirittoallostudio

Graduatorie Medicina, Odontoiatria e IMAT: il MIUR ottempera alle nostre sentenze e le riapre

Il MIUR, finalmente, ha capitolato.

Oggi 22 marzo 2017, nel giorno di scadenza della diffida successiva alla notifica delle nostre sentenze ed ordinanze pilota del mese di febbraio 2017, il MIUR ha inviato una mail a noi difensori ed ai ricorrenti per comunicare di aver riaperto la graduatoria e che, dal 27 marzo 2017, i ricorrenti interessati avrebbero potuto riaccedere alla propria pagina personale e curare l’immatricolazione ove vi siano posti disponibili.

La riapertura delle graduatorie è frutto del lavoro processuale scaturito dalle nostre ordinanze e sentenze vittoriose e soprattutto del lavoro e dei contatti politici dell’UDU con il Ministero, e per il tramite con il CNSU, organo da noi presieduto e con maggioranza relativa dell’Unione.

Nonostante sia da considerarsi un punto d’arrivo, e comunque un successo, non possiamo gioire per il numero dei posti messi a bando che consentirà solamente ad una parte dei ricorrenti con punteggi maggiori, e comunque in graduatoria, di poter studiare.

Pertanto, proseguiremo nella battaglia per il libero accesso impugnando, con motivi aggiunti, per tutti i soggetti esclusi dal decreto, anche non nostri ricorrenti, che non potranno continuare a studiare.

Solo presso l’Ateneo di Messina su circa 70 riammessi (essendosene aggiunti altri a quelli presenti in elenco) ben 69 sono assistiti dal nostro studio.

Sulla questione e su come curare l’immatricolazione Vi invitiamo a leggere le mail personali che vi abbiamo inviato. Ma come si è giunti a questo risultato?

Continue reading Graduatorie Medicina, Odontoiatria e IMAT: il MIUR ottempera alle nostre sentenze e le riapre

dirittoscolastico

Mobilità docenti 2016/2017: il TAR ordina al Miur il rilascio dell’algoritmo sul ricorso Gilda

È di poche ore fa la sentenza emessa dal TAR del Lazio che condanna il MIUR all’ostensione del famoso “algoritmo” di calcolo che ha gestito il software relativo ai trasferimenti interprovinciali del personale docente sulla mobilità 2016 e che ha deciso la sorte professionale di numerosi docenti coinvolti.

Il coordinatore nazionale della Federazione Gilda Unams, Rino Di Meglio, nonché gli Avv. ti Michele Bonetti, Santi Delia e Silvia Antonellis, affermano la fondamentale importanza di tale vittoria al fine di fare finalmente chiarezza non solo sulle procedure puntuali dei trasferimenti ma, in particolare, sugli errori che hanno determinato l’allontanamento di numerosi docenti dalle sedi che sarebbero spettate in base ai criteri dichiarati nelle loro domande di trasferimento. 

Il TAR Lazio da ragione, dunque, al sindacato che aveva presentato ricorso, patrocinato dagli Avvocati Bonetti, Delia e Antonellis, per il diniego all’accesso agli atti da cui poter desumere le operazioni della mobilità per l’a.s. 2016/2017, screditando in toto le eccezioni sulla proprietà intellettuale e sul segreto di Stato sollevate dal MIUR per non rilasciare l’algoritmo e ordinando a quest’ultimo di consegnare “copia dei c.d. codici sorgente del software dell’algoritmo di gestione della procedura della mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/2017 di cui all’O.M. M.I.U.R n. 241 del 2016 nel termine di 30 (trenta) giorni decorrenti dalla notifica a cura di parte”. 

Nel link di seguito riportato Vi rimettiamo la sentenza.

“Mi ritengo soddisfatto per la vittoria conseguita” – dichiara Rino Di Meglio, Coordinatore Nazionale della Gilda degli Insegnanti – “che rappresenta un inizio positivo per fare chiarezza sull’applicazione errata del CCNI sulla mobilità che ha coinvolto numerosi docenti, che ora richiedono trasparenza sulla reale procedura seguita dal Ministero”.

“La Gilda grazie a questo importante provvedimento” – riportano gli Avv.ti Santi Delia e Michele Bonetti – “valuterà una campagna anche risarcitoria dinanzi ai Giudici del Lavoro per tutti i docenti lesi da questo algoritmo mal fatto che li ha spostati da una parte all’altra della Repubblica riservandosi anche di presentare un esposto alla Corte dei Conti”.

Qualora aveste interesse ad essere informati sulle future azioni intraprese dal nostro studio ai fini dell’avvicinamento all’ambito territoriale e per il risarcimento del danno subito, senza vincolo alcuno alla partecipazione alle stesse, Vi invitiamo a compilare il seguente FORM in tal modo verrete inseriti nella nostra newsletter e ricevere le opportune comunicazioni.

Si specifica che le informazioni ricevute non costituiscono preadesione vincolante ad alcuna azione.

Avv. Santi Delia          Avv. Michele Bonetti

Vai alla rassegna stampa

Corriere della Sera

Il Fatto Quotidiano

Il Sole 24 ore

Tecnica della Scuola

Edscuola

Oggi Scuola

Studio Legale Avvocato Santi Delia