MEDICINA GENERALE: IL TAR AMMETTE CON DECRETO I RICORRENTI AL CONCORSO PER IL TRIENNIO 2017/2020.

dirittosanitario
Categorie: News

È di poche ore fa l’accoglimento da parte del TAR Lazio dell’istanza cautelare che permette ai neolaureati in medicina, non ancora abilitati all’esercizio della professione alla data di presentazione della domanda prevista dal bando, di partecipare al concorso per l’ammissione al corso di Medicina Generale per il triennio 2017/2020, la cui prova è calendarizzata per il prossimo settembre.

Dopo la vittoria di merito ottenuta dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, che ha messo un punto fermo sulla questione, anche per il concorso bandito per il prossimo triennio il TAR Lazio, in via cautelare, ha riconosciuto il pregiudizio subìto dai giovani medici da parte della clausola del bando che li esclude dalla procedura concorsuale, perché non ancora in possesso dell’abilitazione al momento della presentazione della domanda di partecipazione al concorso, nonché la palese discriminazione, contenuta nel D.M. 7 marzo 2006 emesso dal Ministero della Salute, tra medici italiani e medici comunitari ai quali, diversamente, è consentita la registrazione dell’abilitazione entro la data di inizio del corso di formazione.

Qualora vi fossero soggetti ancora interessati a ricorrere, rimettiamo il link inerente l’informativa per la proposizione della relativa azione, ricordando che il termine ultimo di presentazione della domanda presso ogni Regione è il prossimo 8 giugno ed, inoltre, che i termini per impugnare si differenziano da Regione a Regione in virtù della data di pubblicazione dei singoli bandi. http://avvocatosantidelia.it/2014-04-04-18-14-41/ricorsi-per-gli-specializzandi/128-menu/1196-concorso-medicina-generale-triennio-2017-2020-ricorso-a-tutela-dei-medici-non-ancora-abilitati.html

Studio Legale Avvocato Santi Delia