Daily Archives: 27 Giugno 2014

Trasferimenti dall’estero: si apre la prima breccia al Consiglio di Stato e dal T.A.R. Catania arrivano nuovi accoglimenti

Per la prima volta nella storia dei trasferimenti dall’estero, il Consiglio di Stato accoglie un ricorso sui trasferimenti, facendo rientrare dalla Spagna un nostro ricorrente. “Trattasi di un’ordinanza cautelare del Consiglio di Stato che, seppur non motivata nel merito, rappresenta la prima breccia in un orientamento sino ad oggi consolidato. L’UDU porterà la questione sino all’Adunanza Plenaria” – a parlare è l’Avvocato dell’UDU Michele Bonetti, patrocinatore del ricorso insieme agli Avv.ti Umberto Cantelli e Santi Delia.

Gli studi all’estero” prosegue Michele Bonetti “a seguito delle strettoie del numero chiuso in Italia, sono un problema non più di pochi, ma di tutti i nostri giovani e delle nostre famiglie. Oggi sono 44.000 gli studenti all’estero che rappresentano un impoverimento culturale ed economico del nostro Paese. All’estero non si studia più solo Medicina e Odontoiatria, ma anche Fisioterapia, Professioni Sanitarie, Ingegneria ed Economia, tutti Corsi di Laurea che stanno completamente chiudendo a favore di poli esteri che poi scopriamo spesso collegati agli Atenei italiani”.

Intanto un nuovo fronte si apre in Sicilia. L’Avvocato Santi Delia chiarisce che “il Tribunale siciliano ha colto le peculiarità del “caso Messina” la cui fase istruttoria e di delibazione delle istanze dei nostri ricorrenti è stata seguita dal nostro studio per oltre 8 mesi ed ha accolto la nostra innovativa tesi. Grazie a tale teoria vi è persino compatibilità tra l’accordare il trasferimento dall’estero ai nostri ragazzi e la nota posizione di chiusura sull’aspetto del diritto comunitario da parte del Consiglio di Stato“.

Scrivi a santi.delia@avvocatosantidelia.it per capire se anche Tu puoi studiare in Italia

Ricorsi di UdU Firenze: alla fine avevano ragione gli studenti e a perdere è l’ateneo di Firenze

In data 25 giugno 2014 finisce una battaglia tra l’UdU e l’Ateneo fiorentino, e a mettere la parola fine è un’ordinanza cautelare ottenuta in secondo grado su una vicenda nota alle cronache locali che aveva coinvolto migliaia di studenti toscani. 

L’UdU Firenze, con veemenza sulla stampa e nelle aule giudiziarie, anche penali una serie di irregolarità concorsuali attinenti al concorso di Medicina e Chirurgia dell’anno accademico 2013/2014.

A Firenze più che mai era stato violato il principio dell’anonimato e della segretezza concorsuale e l’Università aveva dato ad ogni candidato un cartellino da appende ad ogni concorso con sopra scritto nome e cognome.

Il Tar fiorentino aveva rigettato il ricorso decretando l’incompetenza del TAR locale poiché il concorso ormai è caratterizzato da una graduatoria nazionale che fa si che l’unico TAR competente è quello del Lazio. Il TAR del Lazio adito poi in riassunzione aveva rigettato il ricorso condannando l’UdU a migliaia di euro di spese legali. L’UdU ed i suoi legali hanno adito il Consiglio di Stato che ha riformato il provvedimento ammettendo tutti i ricorrenti patrocinati dall’UdU e annullando la condanna alle spese legali. Ancora una volta la nostra determinazione e perseveranza ci ha fatto raggiungere la meta!

Vai all’articola di Repubblica.it

Vai alla Sezione Amarcord le vittorie a Firenze per la tavola periodica degli elementi appesa al muro

ELENCO MAXI-COLLETTIVO U.D.U.

Gentilissimi ricorrenti,

è con grande soddisfazione che comunico l’inizio del MAXI RICORSO U.D.U. e di tutti i ricorsi collettivi e dei semi collettivi per i ricorrenti U.D.U..

Per gli Avvocati Michele Bonetti, Santi Delia, per lo Studio Legale Michele Bonetti Avvocato & Partners e per l’U.D.U. sono state giornate calde e abbiamo lavorato giorno e notte con passione per far partire questo ricorso.

Vi abbiamo sempre sentiti al nostro fianco, abbiamo avvertito la Vostra energia che ci ha dato la forza di non arrenderci mai, e per questo Vi ringraziamo di cuore.

Cliccando su questo link, ciascuno di Voi potrà verificare l’inserimento nel ricorso del proprio nominativo per il tramite del codice fiscale; per ragioni di tutela della privacy, infatti, abbiamo pensato di identificarVi solo con il Vostro codice fiscale.

A breve pubblicheremo altre news in ordine allo stato del procedimento e alla fissazione della data di udienza, spiegandoVi le nostre suddivisioni.

Vi ringraziamo ancora per la Vostra massiccia partecipazione e alleghiamo con estremo piacere un elenco di oltre 4.000 nostri eroi che sono pronti a combattere per i diritti, denunciando la violazione del principio dell’anonimato e segretezza nei concorsi pubblici, le domande errare e le irregolarità concorsuali.

Non ci arrenderemo mai. Barra dritta verso il sole, quello dell’U.D.U.

Sempre grazie.

Michele Bonetti & Santi Delia

Studio Legale Michele Bonetti & partners

Studio Legale Avvocato Santi Delia

Studio Legale Avvocato Santi Delia