Daily Archives: 16 Novembre 2015

dirittosanitario

Funzioni assistenziali dei docenti di Medicina: pur trattandosi di diritto soggettivo incomprimibile, la giurisdizione è del T.A.R.

Il T.A.R. Catania ha accolto il ricorso patrocinato dall’Avvocato Santi Delia con il quale un docente di medicina aveva lamentato l’illegittimità della decisione dell’Azienda Universitaria Ospedaliera di comminare la decadenza da ogni funzione assistenziale a seguito del mutamento del proprio SSD di insegnamento. Secondo l’Azienda, in particolare, tali funzioni potevano essere negate in quanto i residuali risvolti assistenziali di tale nuovo insegnamento non rientrerebbero nel SSN e non sarebbero oggetto di specializzazione medica.

Il T.A.R. ha dapprima superato i rilievi in punto di giurisdizione ritenendo la materia rientrante nella giurisdizione esclusiva ed avendo ad oggetto il diritto soggettivo dei docenti allo svolgimento delle funzioni assistenziali, in seguito, nel merito, ha valorizzato la peculiarità della nomenclatura ministeriale dell’insegnamento che, come dedotto dalla difesa dell’Avv. Santi Delia, comprendeva risvolti assistenziali.

I principi sull’inscindibilità delle funzioni sono, ancora una volta, dopo le nostre vittorie, ribaditi con forza.

T.A.R. CATANIA, Sez. IV, 13 novembre 2015, n. 1002

dirittoscolastico

CONSIGLIO DI STATO SULLA QUESTIONE DEI DIPLOMATI MAGISTRALI: STIPULERANNO CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO.

E’ di poche ore fa l’ordinanza dell’Ecc.mo Consiglio di Stato che ha confermato le nostre ragioni in merito alla richiesta di chiarimenti proposta dal Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca e discussa all’udienza camerale del 10 novembre 2015 relativamente ai giudizi patrocinati dagli Avvocati Michele Bonetti, Santi Delia e Umberto Cantelli per conto delle associazioni ADIDA e La Voce dei Giusti.

Il Consiglio di Stato continua a darci ragione e, difatti, l’ordinanza, di cui avevamo anticipato la particolare complessità, ha ribadito al MIUR la necessità non solo dell’inserimento in GAE (che oramai per i diplomati magistrali è pacifico) ma anche della possibilità di stipulare contratti a tempo determinato e indeterminato per i ricorrenti” spiegano i due legali delle associazioni Bonetti e Delia.

Nel provvedimento infatti si legge: “l’ordinanza cautelare n. 1089/2015 non è opponibile a chi è risultato utilmente inserito nella graduatoria relativa alla Fase zero; con la conseguenza che l’Amministrazione è tenuta a stipulare con gli appellanti contratti a tempo determinato nonché contratti a tempo indeterminato limitatamente ai posti eventualmente ancora disponibili in esito alle operazioni del predetto piano straordinario” ma non è tutto. L’articolato provvedimento prosegue tutelando tutti i ricorrenti non solo in questa fase, ma anche per il futuro affermando che“piena tutela ai ricorrenti, peraltro, sarà somministrata dall’anno scolastico successivo in poi”.

Continue reading CONSIGLIO DI STATO SULLA QUESTIONE DEI DIPLOMATI MAGISTRALI: STIPULERANNO CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO.

Studio Legale Avvocato Santi Delia