All posts by Avvocato Santi Delia

T.A.R. Lazio: l’avviso di perenzione deve essere inviato all’indirizzo pec indicato in ricorso e non ad un solo componente del Collegio

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio ha accolto l’opposizione a perenzione. Il caso. Dopo l’accoglimento della misura cautelare, nelle more della fissazione dell’udienza di trattazione del merito, la segreteria del T.A.R. Lazio inviava l’avviso di perenzione all’indirizzo di uno dei difensori non indicata nel ricorso di primo grado. Nulla,

Consiglio di Stato: il ricorrente ammesso alla scuola di specializzazione medica ha diritto al relativo trattamento economico

Importante pronuncia del Consiglio di Stato, che con ordinanza si è pronunciato sul caso di un ricorrente che era stato ammesso alla Scuola di Specializzazione medica presso l’Università di Palermo ma non aveva ricevuto il relativo trattamento economico. Il ricorrente si era rivolto al Consiglio di Stato chiedendo l’immatricolazione alla

Esame avvocato: quando il voto numerico si sgretola di fronte ad una ricorrezione. Cronaca (ennesima) di una bocciatura smentita dagli stessi commissari.

Sono giorni particolarmente sentiti per i nostri giovani colleghi, alle prese con i risultati dell’esame di abilitazione oramai pubblicati da tutte le Corti d’Appello. Proprio in questo frangente giungono i risultati delle ricorrezioni ordinate dal C.g.a.  per la sessione del 2015; ed anche in questo caso, come già era precedentemente

Tribunale di Messina: il servizio militare va sempre valutato ai fini del punteggio delle graduatorie d’insegnamento. Disapplicato il Decreto ministeriale.

Il giudice del lavoro si è pronunciato sul tema della valutazione del servizio militare come servizio di insegnamento con sentenza ed ha accolto le tesi avanzate dagli Avv. Santi Delia e Michele Bonetti condannando il MIUR alle spese di giudizio. Secondo il Tribunale il servizio militare va sempre computato anche

SOCIETA’ SPORTIVE: NESSUNA VIOLAZIONE SE, IN MANCANZA DI CONTRATTO, I TESSERATI INTERROMPONO LA COLLABORAZIONE SENZA PREAVVISO.

Il Tribunale federale ha accolto le tesi dell’Avvocato Santi Delia, chiarendo che senza un’apposita regolamentazione del rapporto lavorativo e in costanza di una semplice collaborazione sportiva, nessun obbligo può essere imposto in capo al tesserato di preannunciare la scelta di non voler più collaborare con la stessa. Si trattava di

NUOVI RICORSI PER L’INSERIMENTO IN GAE

E’ stato pubblicato in data 21 giugno 2018 il nuovo decreto di aggiornamento delle GAE. Le azioni legali che consigliamo fortemente sono quelle per le categorie degli AFAM vecchio ordinamento, dei congelati SSIS e dei depennati. Per le altre categorie, considerando anche l’ordientamento espresso nell’Adunanza Plenaria del Consglio di Stato